Tempo di pausa

Mattinata mossa come mari in tempesta, lungo e inutile elencare.

La carica è a fior di pelle ed io che non resisto. Esco faccio due passi , mi improvviso una panca, anche un gradino della scala può bastare.

Accendo la sigaretta e piego il collo col mento rivolto verso l’alto come se potessi accarezzarlo, chiudo gli occhi come nei romanzi e godo, mi disarmo, tolgo la felpa.

Deve toccare la mia pelle, devo sentirlo timidamente, soave, devo assorbire quel inebriante tepore che mi rilassa e mi dice che sempre che ha piovuto, ha smesso… pausa finita, sigaretta finita, torno alla realtà.

Tua

09 febbraio 2022

By Dionisiopunk

Pubblicato da

Frida la LoKa

Stanca di sognare... Ho trovato questo angolo di solitudine in mezzo a terre e oceani, tutti e due, traballanti, in mezzo a tutto ciò, ci siamo noi, esseri umani, nel bene oppure nel male. Darò sfogo a miei pensieri, quelli che, non talvolta ma bensì quasi sempre, non gli materializzo per non ferire o creare disagio o addirittura offesa. «I have a dream» come disse nel suo discorso tenuto da Martin Luther King Jr. il 28 agosto 1963 davanti al Lincoln Memorial di Washington. È quando abbia la necessità o felicità o qualsiasi altro tipo di sentimento, sarò qui.

3 pensieri su “Tempo di pausa”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...