Urtica ( da Frida la loka)

Sono prato distesso di urtica, denti di leone, insediatosi nel campo minaccioso arricchiscono con il loro giallo.


Sono prato di urtica, il quale sovente si evita.
Sono aspra e pungente, talvolta, peggio quando vengo sfiorata nell’intimo.


Sono prato di urtica, quando mi rompo, lascio cadere il mio fluido fino a creare bruciore.
Sono prato di urtica,  quello che puoi trovare dove e quando meno te lo aspetti.


La pioggia mi acarezza senza paura, mi lava di questo peso infinito.

Tua

8 giugno, 2022.

Da fridalaloka.com

Dal blog personale fridalaloka.com

Gabriel García Márquez, Cien años de soledad.

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=3021314947922220&id=100001312334027&sfnsn=scwspmo

Molto semplice procurarsi oggi il libro.

Nel periodo nel quale ha finito questo capolavoro è stato una vera impresa inviarlo da un editore. Il tempo ha fatto il resto, è stato ripagato e appagato.

Lo tengo in uno spazio ad hoc, della mia biblioteca.

Tua.

2 giugno, 2022.

Fuggire

Quando pensiamo alla parola fuggire , non per forza, dobbiamo pensare in senso negativo, anche se essa, è tante volte associata a questa condizione.


Fuggire, talvolta è necessario per chiarire le idee quando siamo un pò persi  ma fa bene anche per assaporare quel diverso che non percepiamo tutti i giorni nel quotidiano.


Ma una cosa è certa, prima o poi si deve tornare, e far conto con noi stessi e sincerarci con l’anima nostra.


Non è un compito facile, a volte, torniamo con risposte che non ci piacciono ma è vero anche che dobbiamo prenderle con la gagliardia e maturità giusta.

Tua
18 febbraio., 2022.

Fridalaloka.com