Categoria: Il suo spazio,il suo caos…

Frida Kahlo – Otto giorni – Viva la vida (da Fridalaloka)

Otto giorni, soltanto otto maledettissimi giorni… Sono quelli che trascorsero del suo ultimo dipinto prima di morire nel 1954, aveva solo 47 anni.Cosa lascia rappresentato in questo quadro; un saluto d’addio? Trasmettere che nonostante tutto la vita va vissuta? Ancora faccio fatica a capire certi … Continua a leggere Frida Kahlo – Otto giorni – Viva la vida (da Fridalaloka)

Kahlo, la voglia di vivere oggi e per sempre.

“Il tram schiacciò l’autobus contro l’angolo della via. Fu un urto strano: non fu violento, ma sordo, e tutti ne uscirono malconci. Io più degli altri”.

Per anni a letto nella sua stanza, col  busto ingessato.

Da questo momento in poi, Frida farà della sua immobilità un’opportunità. Questa condizione la spinse a oltre che a leggere libri sul movimento comunista, a praticare quella che diventerà la sua ragione d’essere: dipingere.

“La colonna spezzata”, 1944.

Tua.

30 settembre, 2021.

IMMEDESIMARSI

Forse ve l’ho starete chiedendo…o forse no, chi lo sa…


Personaggio controverso potrebbe dirsi, vita complicata, sacrifici, renuncie e tanto altro ancora mà, proprio per questo mi sono sentita rappresentata da questa figura che aldilà di tutto ciò, con alti e bassi nel percorso della sua vita, ha deciso di prendere in mano la situazioni e andare avanti, certamente non è stata una passeggiata e quello la rende ancora oggi speciale.


Frida la, gioco di parole, LOKA, che in spagnolo la sua lingua natale nonché la mia vuol, senza H, dire pazza, che alla rovescia è il suo cognome Khalo.
Mi sono permessa di adittarla come pazza, ma in senso positivo, perché solo la sua folia portò quest’essere ad un livello superiore per certi versi, trafiggendo muri invalicabilli che solo una persona tenace come Lei poteva fare.
Ho presso lo spirito di Frida per mano per ripercorrere questa nuova aventura.
Se esisistono le persone bipolari, beh, oserei dire umilmente che in me ho trovato più di quante potessi immaginare.
Gli stati d’umore d’un tempo ha questa parte ( con tanti ingredienti in mezzo, che non sono mancati).


Portare nello zaino la consapevolezza di una nuova vita ( ma non accettata, almeno ancora)
E tanto ancora, un prima e un dopo…

Tua.

8 Luglio, 2021.

Photo by Engin Akyurt on Pexels.com